ALL'INPS… IL VENTO SOFFIA ANCORA!

Nazionale -

Comunicato n.48/06

Quasi cinque ore di assemblea, iniziata in una Sala Aldo Moro gremitissima, proseguita nel cortile della Direzione Generale dove i lavoratori si sono fatti sentire fischiando sonoramente all’indirizzo dell’Amministrazione e delle altre organizzazioni sindacali completamente latitanti di fronte ai problemi di una contrattazione integrativa che, alla fine del 2006, ancora non decolla. L’Assemblea è terminata dopo le 14.30, di nuovo in una Sala Aldo Moro ancora straordinariamente piena.
Oltre 300 lavoratori hanno raccolto l’appello della RdB e da tutta Italia sono confluiti in Direzione Generale per respingere la Proposta "indecente" dell’Amministrazione e ribadire il loro:
· NO alla Vice dirigenza con i soldi del Fondo di Ente;
· NO all’attribuzione delle posizioni organizzative ai C3 che, di fatto, determinerebbe la fine delle selezioni a C4;
· NO alla trasformazione degli informatici delle Sedi in amministrativi;
· NO al Capo team vigilanza, una funzione che, per come è stata rappresentata, appare inutile ed artefatta.
I numerosi interventi hanno rilanciato la proposta della RdB per l’individuazione di nuove risorse economiche che permettano:
· Di salvaguardare gli incentivi;
· Di riattivare le selezioni concorsuali per tutte le posizioni ordinamentali, al fine di superare il mansionismo ed assegnare correttamente le funzioni organizzative;
· Di ripristinare l’indennità per tutti i C1/C2 e C3 amministrativi e sanitari;
· Di riorganizzare le Aree specialistiche, salvaguardando le professionalità acquisite;
· Di adeguare il TEP all’assegno di garanzia.
Nel corso dell’Assemblea una nutrita delegazione ha incontrato il Presidente ed il Direttore Generale ai quali è stata consegnato il testo della Proposta RdB per il Contratto Integrativo 2006.
Ai vertici dell’Ente è stato chiesto di attivarsi per chiudere positivamente l’accordo per il 2006, recuperando le risorse economiche necessarie. E’ stata ribadita la contrarietà della RdB ad anticipare l’applicazione della Vice dirigenza rispetto alla discussione che dovrà avvenire nell’ambito del prossimo Contratto Collettivo di Lavoro 2006-2009, con l’individuazione di un apposito stanziamento economico.
Infine è stata chiesta l’emanazione di una disposizione che garantisca la certificazione delle mansioni o funzioni svolte dai dipendenti.
Su quest’ultimo punto il Presidente ed il Direttore Generale si sono detti favorevoli ad una direttiva che dia indicazioni in tal senso, per una fotografia analitica dei compiti svolti dai singoli dipendenti. Sulle altre questioni hanno assunto l’impegno a portare in trattativa la proposta della RdB, compreso il punto sull’individuazione di risorse economiche aggiuntive, per sottoporla all’esame del tavolo sindacale.
In questo modo si capirà finalmente come la pensano le altre organizzazioni sindacali sulle questioni esposte dalla RdB.
Complessivamente l’incontro può essere considerato positivo, ma senza eccessivi trionfalismi dal momento che bisognerà verificare la coerenza degli atti dell'Amministrazione rispetto agli impegni assunti.
Una cosa è certa: l’Assemblea di oggi non sarà archiviata tanto facilmente, perché i lavoratori dell’INPS hanno ancora una volta dimostrato che, quando sono realmente in pericolo i propri diritti, sanno raccogliere la sfida e mobilitarsi, perché, nonostante tutto all’INPS… il vento soffia ancora.

Questo sito usa i cookies

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies

Alcuni cookies sono essenziali per la navigazione ed il sito potrebbe non funzionare correttamente.