da ponzio a... pilato (Corsi di formazione e c.d. trasparenza nella P.A.)

Roma -

Come preannunciato, vi raccontiamo un’altra storiella sicuramente degna di essere riportata nelle cronache di questo misterioso ed occulto “pianeta” che ci ruota attorno.

Gli argomenti trattati sono sempre gli stessi… trasparenza… pubblicità… imparzialità… buona amministrazione… assiomi questi che ritroviamo scolpiti solo nei sacri testi della legislazione.

La presente  testimonianza verte sui corsi di Formazione, segnatamente attivati di recente dalla SS.PA  in varie sedi del Territorio Nazionale e che vede quali destinatari anche i Funzionari di questo Ministero.

I registi sono,  in perfetta simbiosi, il Dirigente sulla Formazione del Ministero ed ancora una volta l’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia;  in veste di spettatore, un nostro delegato Territoriale della RdB .

ebbene, con contratto integrativo a livello Centrale (n.1/2003) venivano determinati, in ordine strettamente prioritario, i criteri di individuazione dei soggetti partecipanti alle attività programmate.

In ( apparente) conformità a quanto sancito dal precitato Accordo, la Direzione Regionale Puglia diramava alle varie sedi Periferiche apposita direttiva con la quale si riaffermava che, in ordine di precedenza, “……i criteri di scelta dei partecipanti ai corsi sono:

Funzione svolta all’interno dell’Ufficio, in relazione all’oggetto delle iniziative

      2) Priorità nella partecipazione a favore di coloro che non abbiano in passato avuto accesso ad attività di formazione

      3) Priorità nella partecipazione a favore dei più giovani….” ( ma quest’ultima, soltanto come          ultima, estrema  ipotesi).

Per vigilare che non fossero prescelti sempre i soliti ignoti (e memori di precedenti infauste esperienze) chiediamo un incontro al Regionale Puglia…..nell’occasione si assicura che tali criteri sarebbero stati rigidamente osservati….e ciò, per rispetto alle norme contrattuali vigenti.

Lasciamo trascorrere alcuni giorni e chiediamo al Dirigente competente del Ministero l’elenco nominativo degli aspiranti al corso su “ relazioni sindacali e contratti nella P.A.” quivi trasmesso dal Regionale Puglia….. non otteniamo riscontro

Non ci scoraggiamo ed inviamo sul versante Ministero una sfilza di e-mail su analoga informativa….dopo alcuni giorni ci telefonano dal “ Palazzo”  e ci dicono “….…ci spiace…… ma per ottenere quanto chiesto occorre rivolgersi al Direttore Regionale……in questa vicenda ognuno deve assumersi le proprie responsabilità….”( ????)

Ci catapultiamo al Regionale Puglia…….riusciamo, non senza fatica, ad ottenere l’elenco definitivo degli aspiranti alla frequenza del corso in questione

Leggiamo la nota di accompagnamento…. “…..i nominativi sono stati elencati nell’ordine di profilo e priorità a favore dei più giovani..”

 

 Realtà romanzesca!!!…..rinnegando le clausole del Contratto e sconfessando persino se stessi, il Regionale Puglia ha motu proprio invertito l’ordine dei criteri stabiliti e quindi l’ordine degli aspiranti partecipanti.

Insomma, per dirla in breve, non essendosi trovato nel magazzino del Convento l’abito giusto per vestire il predesignato “monaco”, si è pensato bene di farne confezionare dal sarto uno nuovo  su misura……

 

Increduli, chiediamo chiarimenti…il Regionale replica: “…….abbiamo avuto direttive dal Ministero…”

Chiediamo quali siano questi input e ci esibiscono una circolare con la quale il Ministero  “raccomanda” le varie Direzioni Regionali di individuare “…. i nominativi delle unità di personale che si riterrà opportuno far partecipare ai percorsi formativi…….”

Mandiamo e-mail al competente Dirigente del Ministero per avere spiegazioni e per conoscere i nominativi dei predestinati al corso……….piomba un silenzio tombale…

Chiediamo di conoscere i nominativi di chi in passato ha già frequentato analoghi corsi……..buio pesto……

Conclusione

ancora ad oggi non sappiamo, né ci è dato sapere nulla, ma proprio nulla di nulla…….

Quello che possiamo dire con certezza è che si continua ad assistere all’abituale gioco del rimpiattino delle Responsabilità, all’insegna de “una mano lava l’altra”, e ciò in barba a tutte le regole, a tutti i celebrati principi di trasparenza ed imparzialità ed a tutti i Contratti da “carta straccia” ( che a ragion veduta la RdB si guarda bene dal firmare)

Questo è il “sistema” che ci gira attorno….. altro che arricchimento delle professionalità!!!!

Se avete fatti o misfatti da raccontare, segnalateceli……saremmo lieti di pubblicarli sul nostro sito www.stato.rdbcub.it per informare e denunciare all’opinione pubblica il modo in cui viene speso il danaro di tutti i lavoratori…. e perché no, anche per continuare a riderci su……..pur di non piangere!

Scusate se è poco…...

Per chiarimenti ed informazioni, potete contattarci agli indirizzi in sovrimpressione

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati

Alcuni cookie sono essenziali per la navigazione ed il sito potrebbe non funzionare correttamente.