Dopo 20 anni di precarietà e sfruttamento, parte, finalmente l’internalizzazione dei lavoratori exLSU ATA e appalti storici nelle scuole

Roma -

Ci siamo! Dopo venti anni di lotte e denuncie, portate avanti in solitudine dall’Unione Sindacale di Base, oggi si comincia a mettere la parola fine al malaffare ed allo spreco di denaro pubblico. Nell’incontro di giovedì al Ministero dell’Istruzione, alla presenza del sottosegretario De Cristofaro e del direttore generale Greco ci sono state fornite le ultime ed importanti decisioni sul percorso che porterà, dal 1 gennaio 2020, all’assunzione dei lavoratori ex LSU e Storici negli organici ATA.

Il MIUR ci ha comunicato che rispetto alle precedenti bozze del Decreto si procederà con un bando che NON prevede alcun colloquio ma si procederà con una “graduatoria” regionale per la valutazione dei titoli culturali e di servizio svolto nelle scuole". A questo proposito ci è stato annunciata la rimodulazione del punteggio massimo per il servizio svolto che passa da 60 a 90 punti, mentre per i titoli rimangono i 10 punti.

Ci è stata annunciata l'approvazione, in Consiglio dei Ministri, di un decreto legge che contiene l'eliminazione del colloquio, a cui seguirà la pubblicazione del Decreto Interministeriale con il bando definitivo con i requisiti stabiliti in Legge di Bilancio l’anno passato è cioè aver lavorato almeno 10 anni anche non continuativi alle dipendenze delle aziende/coop impegnate nei servizi di pulizia e ausiliariato, comprensivi del 2018 e 2019, e che abbiano almeno la licenza media. 

 

Alla delegazione ministeriale abbiamo fatto presente diverse proposte migliorative nelle procedure di acquisizione della certificazione del servizio prestato nelle scuole attraverso un controllo incrociato tra Ministero del Lavoro INPS e Centri x l'impiego. 

 

Abbiamo altresì chiesto il ripristino degli 11. 500 posti accantonati in precedenza. 

 

Con la pubblicazione del Decreto si chiude una esternalizzazione che in due decenni ha visto l’arricchimento di Cooperative e Consorzi, a danno della qualità del servizio e delle lavoratrici e dei lavoratori. 

 

Dopo i “disastri” causati da aziende e non per ultimi dai sindacati complici, questo risultato, solo un mese fa, non era cosi scontato, ma la caparbietà e la forza dei Lavoratori, oggi regala agli exLSU/ATA e Appalti storici un importate pagina della loro vita lavorativa. Un doveroso riconoscimento per chi si è (battuto in tutti questi anni, al nostro fianco, per mettere fine ad uno spreco di risorse pubbliche ed ad una condizione delle lavoratrici e dei lavoratori che definire non dignitosa sarebbe poco.

È evidente che aver “eliminato” dalla procedura la parte della selezione orale, procedendo all’assunzione diretta degli aventi diritto toglie la ghigliottina dei tempi  lunghi, fa ulteriormente risparmiare le casse pubbliche visto che non ci sarà piu bisogno di Commissioni e sotto-Commissioni ed esclude proroghe e proroghette tanto care alle aziende.

Naturalmente l’USB sarà sempre in campo finché l’ultimo exLSU-ATA e STORICI  non saranno internalizzato! 

 

USB alla pubblicazione del Bando organizzerà assemblee regionali utili alla compilazione delle domande per il concorso. 

 

Roma, 10 Ottobre 2019

 

USB Lavoro Privato

 

Questo sito usa i cookies

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies

Alcuni cookies sono essenziali per la navigazione ed il sito potrebbe non funzionare correttamente.