Forte partecipazione dei lavoratori vigili del fuoco contro i decreti attuativi della l. 252/04

Roma -

Catena umana a Milano contro il decreto Pisanu

 

 

 

 

 

Questa mattina nell’ambito delle iniziative contro la militarizzazione dei vigili del fuoco, si sono svolte due importanti manifestazioni.

A Roma i pompieri riuniti in assemblea hanno rigettato in toto la bozza dei decreti attuativi della legge 252/04 preannunciando una nuova assemblea per il 28 p.v. e un sit-in di protesta davanti alla prefettura di Roma.

A Milano a seguito dell’assemblea svoltasi presso il comando provinciale, più di 300 vigili hanno volantinato davanti tale sede per portare a conoscenza la popolazione del rischio di involuzione democratica e di ulteriore peggioramento del servizio che si corre, per poi portarsi in corteo fino alla sede della Prefettura dimostrando coloritamente tutto il loro dissenso verso gli artefici dello scempio quali il ministro Pisanu, il sottosegretario Balocchi e il capo Dipartimento Morcone, puntualmente assistiti dai sindacati filo-governativi, i quali, recita uno dei tanti slogan, “hanno ridotto il Corpo in mutande e alla disperazione “.

Alla fine, nonostante il tentativo di stampo totalitario, che ancor più ne conferma il carattere repressivo, del Ministro dell’Interno Pisanu di impedire l’incontro con il prefetto e che ha costretto i lavoratori a forzare un blocco di polizia, una delegazione è stata ricevuta in Prefettura.

 

In allegato sul sito internet le prime immagini della manifestazione di Milano

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati

Alcuni cookie sono essenziali per la navigazione ed il sito potrebbe non funzionare correttamente.