GIUSTIZIA E' FATTA!!!

Roma -

DOPO MESI DI LOTTA, COMUNICATI, ASSEMBLEE, LETTERE E DIFFIDE, CON LA NOTA DEL SERVIZIO VI° TRATTAMENTO ECONOMICO E PREVIDENZA DEL 02/10/2006 N. 59902, l’R.d.B.-C.R.I. E TUTTI COLORO CHE CREDONO NELL’ONESTA’ E NELLA TRASPARENZA, HANNO CONSEGUITO UNA GRANDE VITTORIA!

INFATTI NELLA NOTA APPENA DESCRITTA, VI SONO INEQUIVOCABILI DISPOSIZIONI SU COME DEVONO ESSERE RETRIBUITE LE MAGGIORAZIONI E GLI STRAORDINARI REGOLARMENTE LAVORATI E QUALI SIANO LE FASCE ORARIE CHE INTERESSANO I LAVORATORI TURNISTI.

I SOLITI "FURBETTI DEL QUARTIERINO", CHE FINO AD OGGI SONO RIUSCITI A FARLA FRANCA, DOVRANNO PIEGARSI ALLE GIUSTE RIVENDICAZIONI FATTE DAI LAVORATORI DEL C.O.S.P. E DEL C.E.M., I QUALI DA DECENNI HANNO SUBITO UN INGENTE FURTO DI DENARO CON L’AGGRAVANTE DELL’INCOMPETENZA E DELL’ARROGANZA DI CHI CI HA GESTITO E DI CHI CONTINUA A GESTIRCI.

QUESTI SOGGETTI, SE LAVORASSIMO IN UN ENTE NORMALE, DOVREBBERO ESSERE CACCIATI A CALCI NEL SEDERE O, NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI, DOVREBBERO PAGARE DI TASCA LORO IL DANNO CHE HANNO CAGIONATO A TUTTI I LAVORATORI TURNISTI E ALLE LORO FAMIGLIE; MA SI SA QUESTO AVVIENE NELLE FAVOLE………

MA NOI NON DISPERIAMO, PERCHE’ SIAMO PIU’ CHE MAI DETERMINATI E CONVINTI CHE OGNI NODO, PRIMO O POI, ARRIVERA’ AL SUO PETTINE E NOI SAPREMO ASPETTARE, MAGARI SULLA RIVA DEL FIUME STANDO IN ATTESA CHE PASSI IL CADAVERE………

NELLA NOSTRA PUR BREVE STORIA SINDACALE, DI CADAVERI NE ABBIAMO VISTI PASSARE TANTI: PRESIDENTI, DIRETTORI E PRESUNTI TALI I QUALI, IN UN MODO O NELL’ALTRO, HANNO DOVUTO FARE I CONTI CON LA DETERMINAZIONE DEI LAVORATORI E DEI LORO RAPPRESENTANTI.

IN QUESTO CASO SPECIFICO PERO’, NON POSSIAMO NON DENUNCIARE LA DEFEZIONE DI TUTTE LE ALTRE ORGANIZAZIONI SINDACALI (SALVO QUALCHE DISTINGUO PERSONALE) IN MERITO A QUESTA VERTENZA; PROPRIO MENTRE NOI DENUNCIAVAMO LE NEFANDEZZE DI QUESTA AMMINISTRAZIONE (SIA CENTRALE CHE DEL COMITATO PROVINCIALE DI ROMA) LE ALTRE OO.SS., GUARDA CASO, PREPARAVANO IN GRAN SEGRETO UNA LETTERA DI SOSTEGNO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO PROPRIO A COLUI IL QUALE RISULTA ESSERE IL PRINCIPALE RESPONSABILE DEI DANNI ECONOMICI CAUSATI AL PERSONALE TURNISTA DEL C.O.S.P. E DEL C.E.M. (ALMENO DA QUANDO NE E’ STATO PORTATO A CONOSCENZA).

NOI NON ABBIAMO LA PRETESA NE’ DI INSEGNARE A NESSUNO COME SI FA SINDACATO NE’ TANTOMENO DI CRITICARE LE POSIZIONI ALTRUI, MA IN QUESTO CONTESTO CI APPARE QUANTOMENO STRANO CHE TUTTE LE ALTRE OO.SS. INVECE DI UNIRSI NELLA LOTTA PER I LAVORATORI E LE LORO GIUSTE RIVENDICAZIONI, SI PREOCCUPINO DI GARANTIRE AL PADRONE (TRA L’ALTRO UN ESTERNO ALLA C.R.I.) UN RINNOVO CONTRATTUALE.

COSA C’E’ DIETRO? QUALI INTERESSI POTREBBERO VENIR MENO SE L’ATTUALE DIRETTORE DEL COMITATO DI ROMA ANDASSE VIA?

SONO QUESITI CHE GIRIAMO AI LAVORATORI I QUALI SONO ABBASTANZA SMALIZIATI PER COMPRENDERE QUELLO CHE STA ACCADENDO……

NOI INTANTO CONTINUEREMO A LOTTARE PER I LAVORATORI E A FARE SINDACATO CON SEMPRE MAGGIOR IMPEGNO E DETERMINAZIONE CON LA TRASPARENZA CHE CI HA SEMPRE CONTRADDISTINTI DIFENDENDO GLI INTERESSI DI TUTTI A DISPETTO DI CHI TUTELA LE LOBBY VICINE AL PADRONE.

Questo sito usa i cookies

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies

Alcuni cookies sono essenziali per la navigazione ed il sito potrebbe non funzionare correttamente.