IL DOTTORINO E' NERVOSO

Nazionale -

Comunicato n.51/06

Sarà che l’essersi laureato alla S. PIO V di Roma in soli 7 mesi gli ha lasciato addosso un po’ di stanchezza (quelli del CEPU quando lo hanno saputo sono rimasti di sasso), ma il dottorino Allegrini recentemente appare molto nervoso o, forse, non ha molti argomenti da far valere.

Allora non trova di meglio che denigrare la RdB nelle assemblee e, per ultimo, con il comunicato CISL N. 28 del 20 novembre 2006, infarcendolo di falsità e di affermazioni contraddittorie, stando bene attento a non nominare mai direttamente la RdB, con quella ipocrisia che contraddistingue certi personaggi che ben conosciamo.

Noi siamo diversi, abituati come siamo a chiamare le cose con il loro nome, così, con semplicità e schiettezza.

Ma analizziamo con ordine i punti salienti del comunicato.

1. La verbalizzazione delle riunioni.

Più che una minaccia la consideriamo una promessa e lo aiuteremo a sostenere tale richiesta al tavolo sindacale nazionale. Ma la farà davvero? Già dagli sparuti verbali di concertazione che noi divulghiamo per dovere d’informazione ne escono delle belle, figuriamoci se fossero verbalizzate tutte le riunioni. Lo prendiamo in parola.

2. Nostri pezzi. Nostre idee. Nostri scritti…

E’ incredibilmente egocentrico, il dottorino, pensa che il mondo gli debba necessariamente ruotare intorno.

In verità noi abbiamo le nostre, di idee, esposte nei numerosi comunicati che scriviamo per informare costantemente i lavoratori. Nel solo 2006 siamo arrivati, con questo, a quota 51: conterranno tutte idee copiate al dottorino? Non ci sembra.

Su Vice dirigenza, criteri per i passaggi, assegnazione Art. 24 del CCNL (posizioni organizzative per sei mesi) e sistema indennitario abbiamo sicuramente idee diverse e lo abbiamo verificato in tempi non sospetti.

E poi, la convergenza delle idee non dovrebbe essere un fine al quale tendere tutti per il raggiungimento delle intese nell’interesse generale dei lavoratori? Perché mostrarsi quasi infastiditi da possibili terreni comuni di discussione?

Inoltre Allegrini afferma, sempre nel comunicato N. 28 del 20 novembre 2006, che non ha diffuso la "traccia di discussione per il CCNI 2006", proposta dall’Amministrazione, proprio perché "traccia" e proprio perché "discussione".

Che vuol dire? Che bisogna aspettare la firma dei contratti integrativi e degli accordi per sentire il parere dei lavoratori e dei delegati sindacali della propria organizzazione? Certo, questa è la "sua" visione di democrazia sindacale e di partecipazione dei lavoratori, ma non la nostra.

Come noi non pretendiamo di imporre ad Allegrini le nostre modalità di confronto e di ascolto, lui non può pensare di imporci le sue.

Probabilmente, quello che più infastidisce in questo momento lui ed altri è il dover prendere atto di doversi necessariamente confrontare con una proposta RdB di contratto integrativo 2006 che appare articolata, ragionata, seria. Quella RdB che si preferirebbe liquidare come "bastian contrario" per definizione, come il sindacato che, appunto, non firma mai gli accordi.

Altra affermazione falsa del dottorino: basta consultare il mini sito delle Relazioni Sindacali INPS in intranet per scoprire quanti contratti integrativi ed accordi nazionali la RdB abbia firmato.

Questo è veramente uno di quei casi in cui le bugie hanno le gambe corte e si possono facilmente smascherare. Ma si conta sul fatto che la calunnia lasci una traccia più visibile della verità che richiede uno sforzo, anche minimo, di attenzione e di ricerca.

3. Soluzioni fantasiose, appetitose quanto irreali.

Qui il dottorino scivola sulla classica buccia di banana e dovrebbe essere rispedito alla scuola dell’obbligo con tanto di orecchie d’asino.

Cos’è che afferma, riferendosi sempre a quelli che non firmano i contratti?

Testualmente: "…costoro non hanno problemi a trovare soluzioni fantasiose, appetitose quanto irreali, come ad esempio la questione dello scorporo dello straordinario dal fondo: che bella cosa! Peccato che non si possa fare!".

Secondo il dottorino, quindi, la proposta della RdB di stornare 20 milioni di euro dallo straordinario per utilizzarli nella contrattazione integrativa, facendo finanziare lo straordinario all’Amministrazione con un capitolo di spesa a parte, fuori dal fondo, non si può fare!!!

Ebbene, lo stesso Allegrini (un nome una garanzia) allega al comunicato N. 28 del 20 novembre 2006 una tabella che riporta le voci del Fondo di Ente 2004/2005/2006, con un’ultima colonna intitolata "nostri commenti".

Se si va alla voce straordinario/turni, sulla stessa linea alla colonna "nostri commenti" si legge testualmente: "Abbiamo chiesto lo storno di € 5.000.000 per incrementare l’incentivo alla produttività".

Ma come? Nel volantino scrive che lo scorporo non si può fare e nella tabella prevede uno scorporo dello straordinario di 5 milioni di euro?

Misericordia e pietà cristiana per questi bricconcelli che la fanno grossa ma, si sa, hanno studiato troppo in fretta e qualche nozione gli si è confusa. Tana per Allegrini.

 

Insomma, ce ne sarebbe abbastanza per farsi una semplice, sonora risata e tirare innanzi…tanto la RdB non è neppure citata nel comunicato!

Ci dispiace che la CISL, un grande sindacato popolare che rispettiamo così come rispettiamo i tanti iscritti onesti a questa organizzazione, all’INPS sia rappresentata da chi crede di poter affermare tutto ed il contrario di tutto, ostentando in modo arrogante il piccolo potere che può esercitare.

E lo fa nelle assemblee, portandosi dietro come figuranti Direttori regionali e provinciali che stanno al gioco, lo fa quando falsifica con cinismo le posizioni di altre organizzazioni sindacali, lo fa quando terrorizza i lavoratori che vorrebbero aderire ad iniziative sindacali che non siano targate CISL.

E’ il caso della vertenza che abbiamo promosso per la certificazione (attestazione) delle mansioni (funzioni) svolte dai dipendenti dell’Istituto.

Ebbene, il dottorino dice ai lavoratori delle Aree A e B che se chiedono la certificazione delle mansioni si scavano la fossa con le loro mani perché non usciranno più dalle rispettive Aree. Non è terrorismo psicologico, questo?

Oppure quando con altrettanta falsità afferma che la Vice dirigenza, o ruoli di integrazione, libererebbero posti a C4 da mettere a bando per i C3, citando l’esempio del tappo della bottiglia. Assolutamente falso, in quanto non è un contratto integrativo che può definire una nuova Area funzionale come, appunto, quella della Vice dirigenza. Sarà il contratto collettivo nazionale del Comparto Parastato che potrà istituire un’Area specifica della Vice dirigenza con apposito finanziamento.

Qualunque accordo di Ente non potrà modificare l’attuale sistema di classificazione e, quindi, gli eventuali "ruoli di integrazione" continueranno ad occupare i posti a C4/C5 (altro che togliere il tappo!!!), con l’aggravante di una nuova indennità a carico del Fondo di Ente.

La chiudiamo qui, anche se ci sarebbe ancora molto da dire su come il nostro Napoleone in sedicesimo tratta nelle assemblee il personale proveniente dalla mobilità interenti o come rivendica una sempre maggiore produzione perché…finché c’è lavoro c’è INPS.

Ma non vogliamo fargli troppa pubblicità, così come avremmo evitato volentieri questa polemica se non fossimo stati pesantemente attaccati per primi ed in modo subdolo.

Il dottorino Allegrini si comporta come quell’alunno che fa le marachelle e poi le addebita al compagno di banco, così lui va nelle assemblee a dire che la RdB si occupa di mansionismo per raccattare qualche iscrizione in più, dimenticando anche stavolta che è lui a girare in questo periodo in lungo ed in largo l’Italia con uno sfrenato attivismo. Nelle assemblee farebbe bene a parlare delle idee del suo sindacato e non ad inventare falsità sugli altri. Noi abbiamo affidato ad alcune locandine la nostra aperta, trasparente campagna di adesioni e ce n’è una che riteniamo ci rappresenti più delle altre: quella dove si vedono dei giocatori di rugby e la scritta dice "Forse non saremo il miglior sindacato possibile…ma ci mettiamo cuore e sudore".

Ecco, noi siamo così, gli infallibili, i perfetti, gli onnipotenti sono altri.

Caro dottorino, rilassati. Goditi la laurea e sogna un futuro da Vice dirigente e, perché no, da dirigente dell’Istituto. Ci sarebbe tanto bisogno di gente come te…o no?

P.S. – Dopo questo comunicato la RdB INPS sarà sbattuta fuori da tutti i tavoli sindacali del pianeta terra? Non ne saremmo certo spaventati e neanche troppo sorpresi. Vuol dire che ce ne andremmo a fare le trattative su Marte. Hai visto mai che lì ci si capisce meglio?


In allegato il comunicato 28/2006 della cisl inps in formato pdf

<//em>

Questo sito usa i cookies

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies

Alcuni cookies sono essenziali per la navigazione ed il sito potrebbe non funzionare correttamente.