La RdB-CRI incontra il CAPO della SEGRETERIA del MINISTRO FERRERO

Nazionale -

Nel quadro delle iniziative avviate dalla RdB-CRI a livello governativo, nel tentativo di risolvere i numerosi problemi del personale dipendente e di fare chiarezza sulle prospettive dell’Ente, ha avuto luogo, nel pomeriggio di lunedì 29/1, l’incontro tra i componenti della Direzione Nazionale RdB della Croce Rossa con il Capo della Segreteria del Ministro della Solidarietà Sociale, dr. Massimo Pasquini.

 

 


La RdB-CUB CRI ha fatto presente al dr. Pasquini quelle che attualmente sono le maggiori criticità della Croce Rossa:


> Urgenza di avviare al più presto il processo di stabilizzazione dei circa 1900 lavoratori precari: dei quali 976 in possesso dei requisiti previsti dalla Finanziaria (ma che, nonostante questo, in diversi Comitati Provinciali NON sono stati prorogati), ed altri 918, non in possesso dei requisiti, in attesa di essere richiamati in servizio;


> Necessità di dare corso ai conguagli economici spettanti a vario titolo (incentivo 2005, arretrati II step, ecc.) a tutti i dipendenti CRI, considerata la piena legittimità degli accordi sindacali sottoscritti a livello nazionale e l’inattendibilitàdella relazione redatta dall’Ispettore del MEF.


> Opportunità di fare chiarezza sul futuro dell’Ente, in una fase che vede la CRI concorrere sul mercato (con gare al massimo ribasso) per l’aggiudicazione di servizi che le dovrebbero invece essere affidati in via esclusiva da parte del Governo.

 


Il Capo della Segreteria del Ministro Ferrero ha assicurato l’impegno da parte del Ministero della Solidarietà Sociale (pur non figurando tra quelli che vigilano sulla Croce Rossa) a favorire l’avvio di un tavolo di discussione a livello interministeriale che consenta di risolvere la vertenza economica e di affrontare la problematica delle prospettive future della CRI.

 


Il dr. Pasquini si è inoltre detto esterrefatto che l’Amministrazione CRI, non concedendo la proroga a tutti i lavoratori precari in possesso dei requisiti, stia colpevolmente disattendendo quanto disposto dalla Finanziaria 2007, ed ha pertanto assicurato interventi, sia sul Comitato Centrale che sui singoli Comitati Provinciali, a tutela dei lavoratori non ancora prorogati.

 


La RdB-CRI, intenzionata ad interpellare il Direttore Generale, nel rinnovare l’invito ai lavoratori già prorogati di compilare e consegnare al più presto l’istanzadi stabilizzazione, raccomanda ai lavoratori di tutti i Comitati di far pervenire tempestivamente notizie circa lo stato delle riassunzioni dei precari non in possesso dei requisiti e l’eventuale mancato riconoscimento della proroga a quelli in loro possesso.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati