VERTENZA ANCR: CONGELATA LA CESSIONE DEL PERSONALE

Roma -

Soddisfazione del Libero Comitato GPG-RdB/CUB che sospende il presidio sotto Palazzo Chigi

 

Ci sono voluti quasi due anni di lotte e mobilitazioni, ma i lavoratori del Libero Comitato G.P.G. - R.d.B.-CUB , che insieme a Savip e Sinalv Cisal ha condotto la battaglia contro la precarizzazione dell’Istituto Vigilanza Urbe, hanno ottenuto un importante risultato per la loro vertenza.
Ieri infatti il Sottosegretario al Lavoro Rosa Rinaldi ha congelato ogni procedura inerente la cessione od altre forme di trasferimento del personale dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, a cui l’IVU appartiene, stabilendo di affrontare la questione nell’ambito di un tavolo parlamentare fissato per la riapertura dei lavori della Camera.
Il Sottosegretario alla Difesa Giovanni Lorenzo Forcieri ha inoltre disposto un’indagine del suo Dicastero nei confronti dell’ANCR.
Da tempo il Libero Comitato G.P.G. - R.d.B andava chiedendo conto del non documentato dissesto finanziario addotto dalla dirigenza ANCR a motivo della cessione dei 950 dipendenti IVU, sollecitando un diretto intervento dei soggetti preposti al controllo di questo Ente Morale Nazionale (Ministero della Difesa, Ministero dell’Interno, Corte dei Conti).
I lavoratori dell’Istituto Vigilanza Urbe hanno inoltre sempre sottolineato la natura pubblica dell’ANCR, ed a suffragio di questa tesi hanno ricevuto ieri una nota di solidarietà da parte della Associazione dei Consumatori, attraverso il Rappresentante Legale.
Le RdB-CUB ringraziano tutti parlamentari che si sono impegnati a sostegno della vertenza ANCR, in particolare l’On. Alberto Burgio e il Presidente della Commissione Lavoro Gianni Pagliarini per il loro determinante contributo.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati

Alcuni cookie sono essenziali per la navigazione ed il sito potrebbe non funzionare correttamente.