SCIOPERO BUS PERIFERICI TEVERE TPL SCARL: ADESIONE AL 98%

Roma -

I vertici del Consorzio rifiutano un incontro con la delegazione dei lavoratori

 

Momenti di tensione durante il presidio in corso davanti alla sede dell’azienda

 

Due soli autobus blu, condotti da autisti in prova, sono usciti questa mattina fuori dai deposti del Tevere TPL S.C.A.R.L: il secondo sciopero dei lavoratori delle linee periferiche romane indetto dalle CUB Trasporti RdB registra ben il 98% di adesione fra i dipendenti del Consorzio.

 

L’astensione dal lavoro, annullata dalle CUB Trasporti RdB il 17 ottobre scorso a causa del drammatico incidente alla metropolitana, si sta svolgendo in data odierna con orario 8.30-17.00 e 20.00 - fine servizio, ed ha previsto un presidio ancora in corso davanti alla sede aziendale, in Via Raffaele Costi 18.

 

In mattinata al presidio si sono verificati momenti di forte tensione, quando circa 150 lavoratori hanno chiesto che una delegazione delle CUB Trasporti RdB, sindacato che registra la maggioranza di iscritti fra i lavoratori, venisse ricevuta dalla dirigenza. Ma il Consorzio, attraverso il suo Responsabile delle relazioni industriali, Roberto Bacherini, ha respinto la richiesta.

 

I lavoratori hanno allora sollecitato un intervento da parte del Comune di Roma, in qualità di ente appaltante, rivolgendosi all’Assessore alla Mobilità Calamante da cui si attendende risposta.

Il Comune di Roma, scegliendo la peggior forma di privatizzazione del TPL, ha affidato dietro gara di appalto alla Tevere TPL S.c.a.r.l (Società consortile a responsabilità limitata con capitale sociale di € 10.000,00) circa il 20% del trasporto pubblico locale: 71 linee bus operanti in una vasta e diffusa area della città - da Cinecittà al Trionfale, dal Prenestino al Portuense.

 

Un appalto al ribasso, che significa più sfruttamento dei lavoratori coinvolti nel settore, sottoposti a turni di lavoro massacranti sotto una gestione tirannica, e una disparità salariale e normativa - ovviamente sempre al ribasso - rispetto ai loro colleghi della Trambus S.p.A. (controllata interamente dal Comune di Roma) che desta rabbia e frustrazione ai lavoratori della Tevere TPL.

 

La CUB Trasporti RdB intende proseguire le iniziative di mobilitazione e di protesta per ottenere e diritti e dignità per i lavoratori della Tevere TPL

 

Roma, 27 ottobre 2006

 

 

Ufficio Stampa

Rossella Lamina

 

Questo sito usa i cookies

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies

Alcuni cookies sono essenziali per la navigazione ed il sito potrebbe non funzionare correttamente.